• Eclettismi da nord a sud

    Le due bambine

    Felice Casorati, Le due Bambine, 1912 – Tempera su cartone

    Raramente Casorati giunge a livelli di così alta sintesi formale in un'opera che pittoricamente fa già emergere qualità elevatissime. Va inoltre sottolineata la contemporaneità del tratto fluido e trasparente, al servizio di un taglio d'immagine quasi cinematografico. Nordici sono poi gli incarnati, le fisionomie, la suggestiva malinconica enigmaticità dello sguardo della bionda infante posta in primo piano, quasi a voler estendere gli orizzonti dell'opera.

    Two children

    Casorati rarely reaches such high levels of formal synthesis in a artwork that already has very quality. It should also be emphasized the contemporary tract fluid and transparent, in the service of a cinematic picture cut. Nordics are then the embodied, the faces, the evocative melancholy of the enigmatic gaze of the blonde child placed in the foreground, as if to can extend the horizons of the work.

    Il peccato

    Franz von Stuck, Il peccato, 1909 ca. Olio su tela

    Eccellente opera simbolista, questa femme fatale è, nella postura, seducente e peccaminosa, oscura e vitale. Ma esibizione e mistero emergono pure dalla fissità di uno sguardo che è, oltre i limiti del tempo, diretto allo spettatore di turno. Che dire poi dell'ipnotica presenza del biblico, minaccioso rettile? Sua è evidentemente la gestione di una carnale nudità esibita e castigata nel contempo.

    The sin

    Excellent symbolist work, this femme fatale is in the posture, seductive and sinful, dark and vital. But exhibition and mystery emerge also from the fixity of a look that hit, beyond  the bounds of time, direct the viewer. What tell about the hypnotic presence of the threatening biblical reptile? It’s handling a fleshly nudity sensual and chastened at the same time.

  • Eclettismi da nord a sud

    Le due bambine

    Felice Casorati, Le due Bambine, 1912 – Tempera su cartone

    Raramente Casorati giunge a livelli di così alta sintesi formale in un'opera che pittoricamente fa già emergere qualità elevatissime. Va inoltre sottolineata la contemporaneità del tratto fluido e trasparente, al servizio di un taglio d'immagine quasi cinematografico. Nordici sono poi gli incarnati, le fisionomie, la suggestiva malinconica enigmaticità dello sguardo della bionda infante posta in primo piano, quasi a voler estendere gli orizzonti dell'opera.

    Two children

    Casorati rarely reaches such high levels of formal synthesis in a artwork that already has very quality. It should also be emphasized the contemporary tract fluid and transparent, in the service of a cinematic picture cut. Nordics are then the embodied, the faces, the evocative melancholy of the enigmatic gaze of the blonde child placed in the foreground, as if to can extend the horizons of the work.

    Il peccato

    Franz von Stuck, Il peccato, 1909 ca. Olio su tela

    Eccellente opera simbolista, questa femme fatale è, nella postura, seducente e peccaminosa, oscura e vitale. Ma esibizione e mistero emergono pure dalla fissità di uno sguardo che è, oltre i limiti del tempo, diretto allo spettatore di turno. Che dire poi dell'ipnotica presenza del biblico, minaccioso rettile? Sua è evidentemente la gestione di una carnale nudità esibita e castigata nel contempo.

    The sin

    Excellent symbolist work, this femme fatale is in the posture, seductive and sinful, dark and vital. But exhibition and mystery emerge also from the fixity of a look that hit, beyond  the bounds of time, direct the viewer. What tell about the hypnotic presence of the threatening biblical reptile? It’s handling a fleshly nudity sensual and chastened at the same time.

  • Il surreale nel simbolico

    Il surreale nel simbolico

    Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Époque alla grande Guerra
    Palazzo Reale, Milano – fino al 5 giugno 2016

    La ricca mostra che Palazzo Reale dedica al Simbolismo europeo colpisce per la varietà dei pezzi esposti e per il numero di autori presenti. Ma fra tutti, Alberto Martini è l'artista che più di ogni altro mi ha stupefatto per la straordinarietà del segno e per la forza della narrazione. La sua ricerca potrebbe definirsi un eccellente sviluppo della migliore stampa tedesca del '500. In primis, mi viene in mente il nome di Albrecht Dürer, straordinario pittore e incisore del Rinascimento d'oltralpe, che Martini sicuramente studia e rilegge in chiave contemporanea, ma conservando sia la precisione che l'incisività del segno. In più, nessun decorativismo, ma un evidente senso drammatico della narrazione, accompagna spesso le sue bizzarre reinvenzioni della realtà. Un significativo esempio è costituito dall'eccellente austero autoritratto, preciso e stralunato nel contempo. Qui come altrove, si potrebbe dire che Martini anticipa i tempi, suggerendo le eccentriche fantasie surrealiste.

    di Feliciano Marotta

francesca marotta

 

Francesca Marotta: giornalista di moda e beauty, curiosa, sognatrice, anticonformista. Amo l’Italia, l’arte, le esperienze, gli stili di vita, il design... da wow!