Visioni e sapori del Lago di Como

Scritto da: Francesca Marotta
Categoria: Viaggi
01-09-2014

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Una giornata milanese di fine agosto che si era preannunciata noiosa a causa del tempo cattivo, si è trasformata in una esperienza incantevole sotto tutti i punti di vista: visivo, emozionale e gastronomico. La svolta è arrivata quando abbiamo deciso di fare una gita sul Lago di Como in traghetto.


Visions and special flavours of Como Lake

A day in Milan at the end of August which was predicted boring because of bad weather, became a wonderful experience from all points of view: visual, culinary and emotional. The breakthrough came when we decided to take a trip on Como Lake by ferry.


Una visione sul lago

Arrivati al lago, siamo partiti da Menaggio per raggiungere in Bellagio in traghetto. Era presto e la coppia di inglesi che ho incontrato sembravano arrivati da un'altra dimensione. Si sono imbarcati su un'auto d'epoca e per tutto i tragitto hanno comunicato tra loro con l'auto che li separava (oppure univa... dipende dai punti di vista). Mi è venuto spontaneo fermare quell'immagine. Eccoli: la foto qui sopra è riuscita a immortalare non solo il loro aspetto surreale, ma anche il velo dorato che ha avvolto il lago per una frazione di secondo.


Arrived at the Lake, we started from Menaggio to reach Bellagio by ferry. It was early and the English pair that I met seemed to come from another age. Boarded on a vintage car for all the way they communicated to each other with the car that separated them (or connected ... it depends on point of view). I came natural to stop that image. Here they are: the photo above is able to immortalize not only their surreal aspect, but also the golden veil that wraps the Lake for a fraction of a second.


Misultitt a La Baita di Chevrio

Il Lago di Como visto da Chevrio

Una volta arrivati a destinazione abbiamo fatto un giro in paese e, stimolati dal fresco, abbiamo capito che era arrivato il momento dell'aperitivo. Siamo andati a La Baita a Chevrio. Il piatto che mi ha assolutamente conquistata per l'intensità del sapore è quello dei misultitt, che fanno parte della povera e genuina cucina locale. Si tratta di pesci del lago salati ed essiccati, secondo una antica procedura molto laboriosa, in un recipiente dove sono posti sotto pressione con foglie di alloro. Li ho gustati dopo una brevissima cottura alla griglia accompagnati da una porzione di polenta.


Once arrived at destination we toured in the country and, fresh stimulated, the time of aperitif had arrived. We went to the La Baita at Chevrio. The dish that absolutely won over me by the intensity of the flavour are the misultitt, which are part of the poor and genuine local cuisine. It is salted and dried fish of the local lake, according to an ancient and very laborious procedure, in a container where they are placed under pressure with bay leaves. I've enjoyed, after a brief grilling, with a portion of “polenta”  (boiled powder of mais).


Risotto con pesce persico da Silvio a Bellagio

Per pranzo, invece, siamo andati da Silvio a Bellagio. Qui abbiamo trovato un'altra sorpresa: il risotto con filetti di pesce persico pescato nel lago,  servito infarinato e rosolato nel burro e salvia. Non avevo mai assaggiato questo piatto, che si è rivelato un vero e proprio tripudio di aromi e di sapori.


For lunch, instead, we went from Silvio, in Bellagio. Here another surprise: the risotto with fillets of perch fished in the lake, served dipped in flour and browned in butter and sage. I had never tasted this dish. That proved to be a veritable riot of aromas and flavors. 

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0 / 300 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-300 caratteri
termini e condizioni.

Commenti

  • Nessun commento trovato

Seguimi sui social

livitaly su facebook livitaly su twitter livitaly su googleplus livitaly su pinterest livitaly su instagram livitaly rss