Bernardino Luini e i suoi figli

Susanna e i vecchioni

Bernardino Luini, Susanna e i vecchioni, 1515-1516 circa, tavola cm 46 x 38,5, Isola Bella, collezione privata

Raramente Luini esprime tanta sensualità nella nudità di un corpo femminile! Espressioni, volti, gesti peccaminosi e grotteschi nel contempo cingono le morbide fattezze di Susanna, che è tentazione e purezza, malizia e candore in egual misura.

Luini rarely expresses so much sensuality in the nakedness of a female body! Expressions, faces, sinful and grotesque deeds at the same embrace the soft features of Susanna, who represents temptation and purity, malice and whiteness in the same way.

Ragazze al bagno

Bernardino Luini, Ragazze al bagno, 1513-1514 circa, affresco trasportato su tavola, cm 135x235, Milano, Pinacoteca di Brera

Qui, ancora, sono presenti sensualità e trasparenze tonali. Tuttavia, se da una parte, la memoria leonardesca è quanto mai presente e cristallizzata, dall’altra, nei tagli di alcune figure e nell’ampiezza del paesaggio, si scorgono aperture d’impianto, alcune volte impressionistiche, altre, novecentesche.

Here again, these are sensuality and transparency of tone. However, on one side it’s still possible to appreciate Leonardo’s heritage, but on the other side in the shapes of figures or in the landscape’s widht, it’s possible to recognise the first signs of future artistic movement such as impressionism or from early twentieth century.

Madonna con il bambino

Bernardino Luini, Madonna con il Bambino (Madonna del roseto), 1516-1517 circa, tavola cm 70x63, Milano, Pinacoteca di Brera

Solo alle vergini era dato indossare ghirlande di rose. Se da un lato i leonardeschi tratti del volto di Maria sono cinti dal delicato fiore, è pur vero che le piccole spine dei gambi sono segno di dolorosa passione. E che dire del pensieroso bimbo che con ferma presa non allontana da sé la violacea aquilegia? Non c’è dubbio: purezza e triste premonizione convivono nell’equilibrata composizione.

Only virgins were allowed to wear garlands rose. On one side if the Leonardo’s style Mary’s features are surrounded by the delicate flower; it’s true, on the other side, the thorny stems remember a painful passion. And what about the thoughtful kid who strongly doesen’t send away the violet flower? Purity and sad premonition coexist in the balanced composition.

Madonna del Libro

Vincenzo Foppa, Madonna con il Bambino (Madonna del libro), 1475 circa, tavola cm 37,5x29,6, Milano, Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco

In questo piccolo capolavoro, Foppa riesce a costruire, anche grazie a un audace scorcio prospettico, un’immagine grandiosa, monumentale e non priva di spigolose deformità tipicamente lombarde. D’altronde, se negli incarnati, da definirsi grigi e gemmei, argentei e lunari, si scorge ancora una matrice locale, altri particolari, che danno volume e preziosità allo spazio, si innestano in un ambito ferrarese.

In this masterpiece, Foppa can build, also thanks to a bold prospective, great picture, monumental and does not typically angular deformity of Lombardia. On moreover, if in incarnates, be defined grey and gemmei, silvery and moon, can still be seen a local matrix, other special, giving the area an volume preciousness, engage in a field ferrarese.

More

Bernardino Luini e i suoi figli

Susanna e i vecchioni

Bernardino Luini, Susanna e i vecchioni, 1515-1516 circa, tavola cm 46 x 38,5, Isola Bella, collezione privata

Raramente Luini esprime tanta sensualità nella nudità di un corpo femminile! Espressioni, volti, gesti peccaminosi e grotteschi nel contempo cingono le morbide fattezze di Susanna, che è tentazione e purezza, malizia e candore in egual misura.

Luini rarely expresses so much sensuality in the nakedness of a female body! Expressions, faces, sinful and grotesque deeds at the same embrace the soft features of Susanna, who represents temptation and purity, malice and whiteness in the same way.

Ragazze al bagno

Bernardino Luini, Ragazze al bagno, 1513-1514 circa, affresco trasportato su tavola, cm 135x235, Milano, Pinacoteca di Brera

Qui, ancora, sono presenti sensualità e trasparenze tonali. Tuttavia, se da una parte, la memoria leonardesca è quanto mai presente e cristallizzata, dall’altra, nei tagli di alcune figure e nell’ampiezza del paesaggio, si scorgono aperture d’impianto, alcune volte impressionistiche, altre, novecentesche.

Here again, these are sensuality and transparency of tone. However, on one side it’s still possible to appreciate Leonardo’s heritage, but on the other side in the shapes of figures or in the landscape’s widht, it’s possible to recognise the first signs of future artistic movement such as impressionism or from early twentieth century.

Madonna con il bambino

Bernardino Luini, Madonna con il Bambino (Madonna del roseto), 1516-1517 circa, tavola cm 70x63, Milano, Pinacoteca di Brera

Solo alle vergini era dato indossare ghirlande di rose. Se da un lato i leonardeschi tratti del volto di Maria sono cinti dal delicato fiore, è pur vero che le piccole spine dei gambi sono segno di dolorosa passione. E che dire del pensieroso bimbo che con ferma presa non allontana da sé la violacea aquilegia? Non c’è dubbio: purezza e triste premonizione convivono nell’equilibrata composizione.

Only virgins were allowed to wear garlands rose. On one side if the Leonardo’s style Mary’s features are surrounded by the delicate flower; it’s true, on the other side, the thorny stems remember a painful passion. And what about the thoughtful kid who strongly doesen’t send away the violet flower? Purity and sad premonition coexist in the balanced composition.

Madonna del Libro

Vincenzo Foppa, Madonna con il Bambino (Madonna del libro), 1475 circa, tavola cm 37,5x29,6, Milano, Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco

In questo piccolo capolavoro, Foppa riesce a costruire, anche grazie a un audace scorcio prospettico, un’immagine grandiosa, monumentale e non priva di spigolose deformità tipicamente lombarde. D’altronde, se negli incarnati, da definirsi grigi e gemmei, argentei e lunari, si scorge ancora una matrice locale, altri particolari, che danno volume e preziosità allo spazio, si innestano in un ambito ferrarese.

In this masterpiece, Foppa can build, also thanks to a bold prospective, great picture, monumental and does not typically angular deformity of Lombardia. On moreover, if in incarnates, be defined grey and gemmei, silvery and moon, can still be seen a local matrix, other special, giving the area an volume preciousness, engage in a field ferrarese.

More

Così ti fotografo i capelli

Urban Grace di Steve Hiett

Urban grace, 7.24 X 0.26 Gallery, Milano, dal 26 giugno fino al 15 settembre 2014


Urban grace, 7.24 X 0.26 Gallery, Milano, from 26 June untill September, 15, 2014

E’ la ricerca di nuovi codici di stile l’anima del progetto di Steve Hiett, fotografo, e di Pier Giuseppe Moroni, direttore creativo di Wella. Gli scatti in mostra raccontano le bellezze contemporanee istintive e selvagge, spontanee e autentiche.


I’ll  take a picture of your hair 

The soul of the project by Steve Hiett, photographer, and Pier Giuseppe Moroni, creative director of Wella, is the research for new codes of style, The shots exhibited tell the contemporary beauty, instinctive and wild, spontaneous and authentic.

More

Così ti fotografo i capelli

Urban Grace di Steve Hiett

Urban grace, 7.24 X 0.26 Gallery, Milano, dal 26 giugno fino al 15 settembre 2014


Urban grace, 7.24 X 0.26 Gallery, Milano, from 26 June untill September, 15, 2014

E’ la ricerca di nuovi codici di stile l’anima del progetto di Steve Hiett, fotografo, e di Pier Giuseppe Moroni, direttore creativo di Wella. Gli scatti in mostra raccontano le bellezze contemporanee istintive e selvagge, spontanee e autentiche.


I’ll  take a picture of your hair 

The soul of the project by Steve Hiett, photographer, and Pier Giuseppe Moroni, creative director of Wella, is the research for new codes of style, The shots exhibited tell the contemporary beauty, instinctive and wild, spontaneous and authentic.

More

La rasatura come una volta

La vetrina del barbiere

Una mattina, mentre mi stavo recando a un appuntamento di lavoro, una vetrina di via Dante a Milano ha attirato la mia attenzione.  All’ingresso ci sono due pali a strisce larghe oblique bianche, rosse e blu, che simboleggiano le bende e il sangue. Qualcuno li fa risalire all’antica Roma, e la loro funzione era di rendere riconoscibili le botteghe del barbiere.


One morning, while I was going to a work appointment, a showcase of Via Dante in Milan has attracted  my attention. At the entrance there was two poles into strips oblique white, red and blue, symbolizing the bandages and blood. Someone says goes back to ancient Rome, and their function was to make recognizable the barber shops.

Entro e trovo l’atmosfera dei saloni di una volta, come quelli che avevo visto nei film dei gangster: la classica poltroncina reclinabile e girevole, le piastrelle lucide alle pareti con un grande specchio rotondo, il mobiletto con il lavandino e il piano laccato, su cui è riposto tutto il necessario per la rasatura.


Within, I find  the atmosphere of the salons of the past, like those I had seen in the movies of the gangster: classic reclining seat able to rotate, glossy tiles on the walls with a large round mirror, the cabinet with the sink and the lacquered plan, on which it is stowed everything you need to shave.

Atmosfera intrigante

Scopro che ogni martedì pomeriggio e il giovedì all’ora di pranzo Kiehl’s Since 1851 e Bullfrog propongono alcuni servizi alla vecchia maniera, che prevedono l’uso di forbici di varie dimensioni e di antichi strumenti per il taglio di barba e capelli. Quello che trovo in assoluto più intrigante è proprio questo tipo di rasatura. Mi hanno permesso di osservare un cliente che la stava provando. Nell’arco di 45 minuti hanno volteggiato sotto i miei occhi, e sono stati applicati sul viso dell’uomo che ha beneficiato di questo trattamento, ben 7 panni caldi e uno freddo. I vari passaggi erano intervallati da due rasature, la prima con il rasoio lineare e la seconda con un multilama più moderno. Terminato il rituale, l’uomo che si è alzato dalla poltroncina era decisamente soddisfatto. Peccato: non potrò mai provare questa esperienza. Ma la curiosità resta.


I discover that every Tuesday afternoon and Thursday lunchtime Kiehl's since 1851 and Bullfrog offer some services to the old faschioned way, which include the use of scissors of various sizes and of ancient instruments for cutting the beard and hair. What I find most intriguing is just this type of shaving. They allowed me to observe a customer who was to do this. In 45 minutes have did flying over and under my eyes, and have been were applied on the face of the man who has benefited from this treatment, well 7 warm cloths and one cold. The various passages were interspersed with two shaves, the first with the linear shaver and the second with a more modern multiblade. After the ritual, the man stood from the chair and was definitely satisfied. Sin: I will never try this experience. But curiosity remains.

More

La rasatura come una volta

La vetrina del barbiere

Una mattina, mentre mi stavo recando a un appuntamento di lavoro, una vetrina di via Dante a Milano ha attirato la mia attenzione.  All’ingresso ci sono due pali a strisce larghe oblique bianche, rosse e blu, che simboleggiano le bende e il sangue. Qualcuno li fa risalire all’antica Roma, e la loro funzione era di rendere riconoscibili le botteghe del barbiere.


One morning, while I was going to a work appointment, a showcase of Via Dante in Milan has attracted  my attention. At the entrance there was two poles into strips oblique white, red and blue, symbolizing the bandages and blood. Someone says goes back to ancient Rome, and their function was to make recognizable the barber shops.

Entro e trovo l’atmosfera dei saloni di una volta, come quelli che avevo visto nei film dei gangster: la classica poltroncina reclinabile e girevole, le piastrelle lucide alle pareti con un grande specchio rotondo, il mobiletto con il lavandino e il piano laccato, su cui è riposto tutto il necessario per la rasatura.


Within, I find  the atmosphere of the salons of the past, like those I had seen in the movies of the gangster: classic reclining seat able to rotate, glossy tiles on the walls with a large round mirror, the cabinet with the sink and the lacquered plan, on which it is stowed everything you need to shave.

Atmosfera intrigante

Scopro che ogni martedì pomeriggio e il giovedì all’ora di pranzo Kiehl’s Since 1851 e Bullfrog propongono alcuni servizi alla vecchia maniera, che prevedono l’uso di forbici di varie dimensioni e di antichi strumenti per il taglio di barba e capelli. Quello che trovo in assoluto più intrigante è proprio questo tipo di rasatura. Mi hanno permesso di osservare un cliente che la stava provando. Nell’arco di 45 minuti hanno volteggiato sotto i miei occhi, e sono stati applicati sul viso dell’uomo che ha beneficiato di questo trattamento, ben 7 panni caldi e uno freddo. I vari passaggi erano intervallati da due rasature, la prima con il rasoio lineare e la seconda con un multilama più moderno. Terminato il rituale, l’uomo che si è alzato dalla poltroncina era decisamente soddisfatto. Peccato: non potrò mai provare questa esperienza. Ma la curiosità resta.


I discover that every Tuesday afternoon and Thursday lunchtime Kiehl's since 1851 and Bullfrog offer some services to the old faschioned way, which include the use of scissors of various sizes and of ancient instruments for cutting the beard and hair. What I find most intriguing is just this type of shaving. They allowed me to observe a customer who was to do this. In 45 minutes have did flying over and under my eyes, and have been were applied on the face of the man who has benefited from this treatment, well 7 warm cloths and one cold. The various passages were interspersed with two shaves, the first with the linear shaver and the second with a more modern multiblade. After the ritual, the man stood from the chair and was definitely satisfied. Sin: I will never try this experience. But curiosity remains.

More

La realtà e i suoi tormenti

La realtà e i suoi tormenti

Frida Kahlo. Oltre il mito
Mudec, Milano – Fino all’1 giugno 2018

Dipinti, video, fotografie e frasi si susseguono nelle sale che ospitano la mostra evento dedicata all’artista messicana. Il percorso espositivo esce dai consueti schemi e anche dalla visione del legame tra le opere di Frida Kahlo con la sua storia personale, con l’incidente stradale che provoca la rottura della colonna vertebrale a 18 anni, costringendola a letto in compagnia della sua pittura.
Perdersi nei suoi quadri spietati, vederla muoversi sicura nei video inediti, osservare le foto che ritraggono lei (bellissima) e Diego Rivera (un uomo immenso, pittore di murales e suo compagno a intermittenza) disseminate in un inter piuttosto articolato, significa fare un’immersione intima e totale in una delle più grandi artiste del Novecento.
E comprendere meglio le capacità tecniche di una donna fiera di essere messicana, che raccoglieva i capelli e indossava abiti secondo le tradizioni più antiche della sua terra, che non ha mai modificato la forma delle sopracciglia e non si è mai sognata di eliminare i baffetti.
Una donna indipendente, impegnata politicamente ma anche fragile e fuori da ogni cliché, come lei stessa ha dichiarato “Mi consideravano surrealista ma non è vero. Non ho mai dipinto sogni. Quel che ho raffigurato era la mia realtà”.
La Donna, La Terra, La Politica e Il Dolore sono i temi che scandiscono la mostra frutto di sei anni di ricerche, e resa possibile dal curatore Diego Sileo in Messico, e dai documenti inediti rinvenuti nell’archivio di Casa Azul (la Casa Blu), nel centro di Coyoacàn, un sobborgo di città del Messico, dove pittrice era nata e vissuta.

More

Lezioni di stile nell’atelier

Cocktail Maison Mami

Colori golosi e pieni di luce

Si presentano come dolcetti. In realtà sono trattamenti ristrutturanti, coloranti e lucidanti che fanno della rapidità il loro punto di forza. Si ottengono miscelando una mousse nutriente con Color Fresh di Wella, una colorazione diretta, e pigmenti puri. La miscela si lascia in posa un quarto d'ora e poi si risciacqua. Sono proposti nel nuovissimo Atelier Maison Mamì, in via Fieno a Milano.


Rich colors and full of light

They look like petit four. Actually they are restorative treatments, dyes and polishes that make haste their strong point. It is obtained by mixing a nutritious mousse with Color Fresh Wella, a direct staining, and pure pigments. The mixture is left laying a quarter of an hour and then rinse. Are proposed in the new Atelier Maison Mamì, in via Fieno in Milan.


Ambiente raffinato

Maison Mami

Progettato da Luigi Ciccarelli, l'Atelier Maison Mamì non è il solito salone. Appena si entra si respira subito l'atmosfera dei film degli Anni '50, con il bianco e il nero come colori predominanti. La seconda cosa che colpisce, poi, è la galleria di fotografie alle pareti con i ritratti dei personaggi che con il loro talento, la loro fantasia e il loro carisma hanno lasciato un segno indelebile e hanno fatto la storia del costume.


Refined Environment

Designed by Luigi Ciccarelli, Atelier Maison Mamì is not the usual lounge. As you enter you can breathe the atmosphere of the movies of the 50s, with white and black as the main colors. The second thing that strikes, then, is the gallery of photographs on the walls with portraits of the characters who with their talent, their creativity and their charisma, they left an indelible mark and they have made the history of costume.


Dal barbiere, come una volta

Uomo Maison Mami

Panno caldo, insaponatura a mano, taglio a rasoio e massaggi del viso: sono i passaggi della rasatura curata e impeccabile proposta nel privé dell’Atelier Maison Mamì dedicato all'uomo. Dove una particolare attenzione è rivolta proprio alla cura e al taglio della barba, oggi tornata prepotentemente di moda: da quella corta e definita, a quella lunga. Senza dimenticare baffi e pizzetto.


From barber, such as once

Warm cloth, soaping hand, razor cut and a massage of the face:they are the steps of shaving and impeccable care proposal dedicated to man in the Atelier Maison Mamì. Where a particular attention is directed to their care and to cut the beard, today comeback of fashion: from the short and definite, that long. Not to mention a mustache and goatee.  

More

Lezioni di stile nell’atelier

Cocktail Maison Mami

Colori golosi e pieni di luce

Si presentano come dolcetti. In realtà sono trattamenti ristrutturanti, coloranti e lucidanti che fanno della rapidità il loro punto di forza. Si ottengono miscelando una mousse nutriente con Color Fresh di Wella, una colorazione diretta, e pigmenti puri. La miscela si lascia in posa un quarto d'ora e poi si risciacqua. Sono proposti nel nuovissimo Atelier Maison Mamì, in via Fieno a Milano.


Rich colors and full of light

They look like petit four. Actually they are restorative treatments, dyes and polishes that make haste their strong point. It is obtained by mixing a nutritious mousse with Color Fresh Wella, a direct staining, and pure pigments. The mixture is left laying a quarter of an hour and then rinse. Are proposed in the new Atelier Maison Mamì, in via Fieno in Milan.


Ambiente raffinato

Maison Mami

Progettato da Luigi Ciccarelli, l'Atelier Maison Mamì non è il solito salone. Appena si entra si respira subito l'atmosfera dei film degli Anni '50, con il bianco e il nero come colori predominanti. La seconda cosa che colpisce, poi, è la galleria di fotografie alle pareti con i ritratti dei personaggi che con il loro talento, la loro fantasia e il loro carisma hanno lasciato un segno indelebile e hanno fatto la storia del costume.


Refined Environment

Designed by Luigi Ciccarelli, Atelier Maison Mamì is not the usual lounge. As you enter you can breathe the atmosphere of the movies of the 50s, with white and black as the main colors. The second thing that strikes, then, is the gallery of photographs on the walls with portraits of the characters who with their talent, their creativity and their charisma, they left an indelible mark and they have made the history of costume.


Dal barbiere, come una volta

Uomo Maison Mami

Panno caldo, insaponatura a mano, taglio a rasoio e massaggi del viso: sono i passaggi della rasatura curata e impeccabile proposta nel privé dell’Atelier Maison Mamì dedicato all'uomo. Dove una particolare attenzione è rivolta proprio alla cura e al taglio della barba, oggi tornata prepotentemente di moda: da quella corta e definita, a quella lunga. Senza dimenticare baffi e pizzetto.


From barber, such as once

Warm cloth, soaping hand, razor cut and a massage of the face:they are the steps of shaving and impeccable care proposal dedicated to man in the Atelier Maison Mamì. Where a particular attention is directed to their care and to cut the beard, today comeback of fashion: from the short and definite, that long. Not to mention a mustache and goatee.  

More

Marc Chagall: lirismo in un acrobata volante

Marc Chagall, Il poeta giacente, 1915 - olio su cartone - © Tate, London 2014 -  © Chagall ®, by SIAE 2014

A mio cugino piace l'arte
Marc Chagall. Una retrospettiva, 1908-1985
Palazzo Reale, Milano - dal 17 settembre 2014 all'1 febbraio 2015

Marc Chagall, La passeggiata, 1917-1918 - olio su tela - State Russian Museum, San Pietroburgo © Chagall ®, by SIAE 2014

Marc Chagall, Il compleanno, 1915, olio su cartone - The Museum of Modern Art, New York. Acquired through the Lillie P. Bliss Bequest, 1949 © 2014. Digital image, The Museum of Modern Art, New York:Scala, Firenze © Chagall ®, by SIAE 2014

Realtà e simbolismo, sogno e magia sono alcuni degli ingredienti delle opere di Chagall, tutte giocate su una narrazione di tipo fiabesco. Se già nei primi lavori compaiono aspetti formali naive che riportano alla tradizione popolare russo ebraica, con la maturità stilistica sia la scelta cromatica che la costruzione grafica si fanno più complesse perché collegate alle avanguardie artistiche contemporanee. Pertanto, se nel POETA GIACENTE, in primo piano sono presenti alcune geometrizzazioni di matrice cubista, nella PASSEGGIATA, il brano di natura morta evoca una calda luminosità tipicamente fauve. Infine, ne IL COMPLEANNO non si può non notare che l'artista si rifà ai linearismi arabeggianti che riportano a Matisse. Ciò non toglie che in queste tre opere l'aspetto caratterizzante è costituito dalla leggerezza dei personaggi e dalla loro poetica espressività sognata. Si potrebbe dire che essi lievitano perché privati della forza di gravità. E, indubbiamente, questo rende Chagall inconfondibile, quindi riconoscibile e unico nel variegato panorama dell'arte figurativa del XX secolo.


Reality and symbolism, dream and magic are some of the ingredients of Chagall's works, all played on a fairytale narration. If already in the early works appear naïve formal aspects that bring to russian jewish folk tradition, with stylistic maturity does more complex the color choice that the construction, because related to contemporary avant-garde art of the time. Therefore, if in the LYING POET, in the foreground there are some features of cubist array, in THE WALK, the still life evokes a typical fauvist hot brightness. Finally, neither THE BIRTHDAY the artist remember the arabic outlines seen in Matisse. In these three works the characteristic feature is the is the lightness of the characters and their poetic expressiveness. You could say that they are deprived of the force of gravity. And, undoubtedly, this makes Chagall unmistakable, so recognizable and unique in the figurative art of the 20th century.

More

Marc Chagall: lirismo in un acrobata volante

Marc Chagall, Il poeta giacente, 1915 - olio su cartone - © Tate, London 2014 -  © Chagall ®, by SIAE 2014

A mio cugino piace l'arte
Marc Chagall. Una retrospettiva, 1908-1985
Palazzo Reale, Milano - dal 17 settembre 2014 all'1 febbraio 2015

Marc Chagall, La passeggiata, 1917-1918 - olio su tela - State Russian Museum, San Pietroburgo © Chagall ®, by SIAE 2014

Marc Chagall, Il compleanno, 1915, olio su cartone - The Museum of Modern Art, New York. Acquired through the Lillie P. Bliss Bequest, 1949 © 2014. Digital image, The Museum of Modern Art, New York:Scala, Firenze © Chagall ®, by SIAE 2014

Realtà e simbolismo, sogno e magia sono alcuni degli ingredienti delle opere di Chagall, tutte giocate su una narrazione di tipo fiabesco. Se già nei primi lavori compaiono aspetti formali naive che riportano alla tradizione popolare russo ebraica, con la maturità stilistica sia la scelta cromatica che la costruzione grafica si fanno più complesse perché collegate alle avanguardie artistiche contemporanee. Pertanto, se nel POETA GIACENTE, in primo piano sono presenti alcune geometrizzazioni di matrice cubista, nella PASSEGGIATA, il brano di natura morta evoca una calda luminosità tipicamente fauve. Infine, ne IL COMPLEANNO non si può non notare che l'artista si rifà ai linearismi arabeggianti che riportano a Matisse. Ciò non toglie che in queste tre opere l'aspetto caratterizzante è costituito dalla leggerezza dei personaggi e dalla loro poetica espressività sognata. Si potrebbe dire che essi lievitano perché privati della forza di gravità. E, indubbiamente, questo rende Chagall inconfondibile, quindi riconoscibile e unico nel variegato panorama dell'arte figurativa del XX secolo.


Reality and symbolism, dream and magic are some of the ingredients of Chagall's works, all played on a fairytale narration. If already in the early works appear naïve formal aspects that bring to russian jewish folk tradition, with stylistic maturity does more complex the color choice that the construction, because related to contemporary avant-garde art of the time. Therefore, if in the LYING POET, in the foreground there are some features of cubist array, in THE WALK, the still life evokes a typical fauvist hot brightness. Finally, neither THE BIRTHDAY the artist remember the arabic outlines seen in Matisse. In these three works the characteristic feature is the is the lightness of the characters and their poetic expressiveness. You could say that they are deprived of the force of gravity. And, undoubtedly, this makes Chagall unmistakable, so recognizable and unique in the figurative art of the 20th century.

More

Metamorfosi di una forma: la tradizione nell'avanguardia

Grande Donna IV, 1960-1961 - Bronzo - 270x31,5x56,5 cm - Collezione Fondation Giacometti, Parigi - © Alberto Giacometti Estate by SIAE in Italy, 2014

A mio cugino piace l'arte
Alberto Giacometti
Galleria d'Arte Moderna, Milano - Dall'8 ottobre 2014 all'1 febbraio 2015

E’, questa, una delle più rappresentative sculture fittili realizzate dall'artista svizzero nella piena maturità. Qui il colore e la lucidità del bronzo valorizzano gli effetti chiaroscurali, dovuti ai pieni e ai vuoti che plasmano la forma. Inevitabile il confronto con le celebri VENERI PREISTORICHE e con la misteriosa OMBRA DELLA SERA, tanto simboliche nel contenuto quanto chiare nella definizione del genere sessuale. Anche Giacometti realizza una figura morbida, sinuosa e dal sapore antico. Ma, da una parte, l'immobilità della postura conferisce un carattere introspettivo alla inquietante fanciulla, dall'altra, l'informalità e l'immediatezza del modellato, nonché la sua spettrale espressività, le attribuiscono contemporaneità.

This is one of the most representative clay sculptures made by the Swiss artist in full maturity. Here the color and clarity of the bronze that enhance light and dark effects. Inevitable comparisons with the famous PREHISTORIC VENUS and the mysterious SHADOW of NIGHT, symbolic in the content and clear in the definition of gender. Even Giacometti achieves a soft, curvaceous figure and ancient flavour. But, on the one hand, the stillness of posture gives an introspective character to the creepy girl, on the other, the informality and immediacy of modelled and its spectral expressiveness, gives modernity.

Testa del padre, rotonda III, 1927-1930 ca. - Bronzo - 28x19x22,8 cm - Collezione Fondation Giacometti, Parigi - © Alberto Giacometti Estate by SIAE in Italy, 2014

Non c'è che dire, Giacometti riesce a rappresentare la realtà con la giusta dose di verità. In quest'opera, sostanzialmente ancora legata a schemi convenzionali, fondamentale appare la somiglianza col soggetto di riferimento e ottima è  la capacità tecnica dell'artista di definire i piani e i volumi. Tuttavia, percepibili appaiono le future semplificazioni formali che lo renderanno riconoscibile attraverso l'abile uso della materia.

There's that saying, Giacometti represent reality with the right dose of truth. In this work, essentially still tied to conventional schemes, essential similarity appears with the reference subject and very good is the technical ability of the artist to define plans and volumes. However, perceptible appear future formal simplification that will make recognizable through the skillful use of material.

La coppia, 1927 - Gesso e tracce di matita - 60,4x37,7x18 cm - Collezione Fondation Giacometti, Parigi - © Alberto Giacometti Estate by SIAE in Italy, 2014

Quest'opera nasce da un interesse evidente per l'arte primitiva, in particolare per le sculture cicladiche e per quelle africane, di cui i musei parigini, agli inizi del '900, sono pieni. Interessante appare la differenza tra la rappresentazione geometrica, fortemente stilizzata, dei generi maschile e femminile: da una parte, le linee rette definiscono una struttura solida, imponente; dall'altra, le linee curve rendono la figura avvolgente e morbida. Si potrebbe dire che, armonicamente unite e contrapposte, le due figure vivono nel rigore compositivo che, emozionando lo spettatore, si combina con la capacità di cogliere gli aspetti essenziali di una qualsiasi forma.

This work stems from an obvious interest for primitive art, particularly for cycladic sculptures and african ones, whose parisian museums, in the early ' 900, are full. Interestingly the difference between the highly stylized geometric representation, of male and female genders: on the one hand, the straight lines define a solid structure, impressive; on the other hand, the curved lines make the figure hugging and soft. You could say that, harmonically combined and contrasted, the two figure who live in the compositional rigor, that excite the public, is combined with the ability to grasp the essential aspects of any form.

More

Metamorfosi di una forma: la tradizione nell'avanguardia

Grande Donna IV, 1960-1961 - Bronzo - 270x31,5x56,5 cm - Collezione Fondation Giacometti, Parigi - © Alberto Giacometti Estate by SIAE in Italy, 2014

A mio cugino piace l'arte
Alberto Giacometti
Galleria d'Arte Moderna, Milano - Dall'8 ottobre 2014 all'1 febbraio 2015

E’, questa, una delle più rappresentative sculture fittili realizzate dall'artista svizzero nella piena maturità. Qui il colore e la lucidità del bronzo valorizzano gli effetti chiaroscurali, dovuti ai pieni e ai vuoti che plasmano la forma. Inevitabile il confronto con le celebri VENERI PREISTORICHE e con la misteriosa OMBRA DELLA SERA, tanto simboliche nel contenuto quanto chiare nella definizione del genere sessuale. Anche Giacometti realizza una figura morbida, sinuosa e dal sapore antico. Ma, da una parte, l'immobilità della postura conferisce un carattere introspettivo alla inquietante fanciulla, dall'altra, l'informalità e l'immediatezza del modellato, nonché la sua spettrale espressività, le attribuiscono contemporaneità.

This is one of the most representative clay sculptures made by the Swiss artist in full maturity. Here the color and clarity of the bronze that enhance light and dark effects. Inevitable comparisons with the famous PREHISTORIC VENUS and the mysterious SHADOW of NIGHT, symbolic in the content and clear in the definition of gender. Even Giacometti achieves a soft, curvaceous figure and ancient flavour. But, on the one hand, the stillness of posture gives an introspective character to the creepy girl, on the other, the informality and immediacy of modelled and its spectral expressiveness, gives modernity.

Testa del padre, rotonda III, 1927-1930 ca. - Bronzo - 28x19x22,8 cm - Collezione Fondation Giacometti, Parigi - © Alberto Giacometti Estate by SIAE in Italy, 2014

Non c'è che dire, Giacometti riesce a rappresentare la realtà con la giusta dose di verità. In quest'opera, sostanzialmente ancora legata a schemi convenzionali, fondamentale appare la somiglianza col soggetto di riferimento e ottima è  la capacità tecnica dell'artista di definire i piani e i volumi. Tuttavia, percepibili appaiono le future semplificazioni formali che lo renderanno riconoscibile attraverso l'abile uso della materia.

There's that saying, Giacometti represent reality with the right dose of truth. In this work, essentially still tied to conventional schemes, essential similarity appears with the reference subject and very good is the technical ability of the artist to define plans and volumes. However, perceptible appear future formal simplification that will make recognizable through the skillful use of material.

La coppia, 1927 - Gesso e tracce di matita - 60,4x37,7x18 cm - Collezione Fondation Giacometti, Parigi - © Alberto Giacometti Estate by SIAE in Italy, 2014

Quest'opera nasce da un interesse evidente per l'arte primitiva, in particolare per le sculture cicladiche e per quelle africane, di cui i musei parigini, agli inizi del '900, sono pieni. Interessante appare la differenza tra la rappresentazione geometrica, fortemente stilizzata, dei generi maschile e femminile: da una parte, le linee rette definiscono una struttura solida, imponente; dall'altra, le linee curve rendono la figura avvolgente e morbida. Si potrebbe dire che, armonicamente unite e contrapposte, le due figure vivono nel rigore compositivo che, emozionando lo spettatore, si combina con la capacità di cogliere gli aspetti essenziali di una qualsiasi forma.

This work stems from an obvious interest for primitive art, particularly for cycladic sculptures and african ones, whose parisian museums, in the early ' 900, are full. Interestingly the difference between the highly stylized geometric representation, of male and female genders: on the one hand, the straight lines define a solid structure, impressive; on the other hand, the curved lines make the figure hugging and soft. You could say that, harmonically combined and contrasted, the two figure who live in the compositional rigor, that excite the public, is combined with the ability to grasp the essential aspects of any form.

More

Qui ti raccontano il vino

Due calici di vino con stuzzichini, salumi e formaggi italiani

Sopresi da un acquazzone improvviso, due sere fa io e i miei amici abbiamo trovato rifugio in un locale a Milano, in Piazza Caneva. Si chiama Wineria, e ad accoglierci è Stefano, che nonostante fosse al completo, è riuscito a creare quattro posti per noi spostando con una certa abilità tavolini e sedie. Leggendo la breve carta dei vini abbiamo capito che questa non è un’enoteca come tutte le altre. Infatti, ogni tipologia è proprio raccontata, in modo semplice e preciso. Scegliamo un Prosecco di Valdobbiadene Superiore Docg Extra Dry di Agostinetto e un Ciliegiolo Maremma Toscana di Poderi Firenze. Aromatici e leggeri.


Surprised by a sudden downpour, two nights ago with my friends  we found refuge in a local to Milan, in Piazza Caneva. It's called Wineria, to meet us is come Stefano: despite being fully booked, is managed to create four places for us moving tables and chairs, with certain skill. Reading the short wine list we understand that this is not a wine bar as all others. In fact, each type is precisely narrated, easily and accurately. We Choose a Prosecco di Valdobbiadene Superiore Docg Dry Extra by Agostinetto and Ciliegiolo Maremma Tuscany of Poderi Firenze. Aromatics and light.

Wineria, un posto a Milano dove degustare vini e cibi selezionati

Stefano e il fratello ci raccontano l’idea di questo posto nato due anni fa. “Molti non vanno in enoteca per timore dei prezzi alti. Anche acquistare al supermercato non è semplice: non sai cosa comprare”. Qui non solo ti spiegano cosa bere, ma ti propongono vini eccellenti provenienti da piccoli produttori a un prezzo contenuto. Ma c’è dell’altro. Ispirandosi a un’idea nata a Sidney e lanciata su YouTube dal Caffè Metro St. James, fino alla fine di luglio il primo bicchiere è offerto in cambio di un bacio. “Viviamo in una città poco propensa a esternare i propri sentimenti, così abbiamo pensato a un gesto forte: sorseggiate un buon vino e siate voi stessi con un bacio”, spiega Stefano.


Stefano and brother tell us about the idea of this place born two years ago. "Many don't go to wine shop for fear of high prices. Also buy at the supermarket is not easy: you don't know what to buy". Here you explain not only what to drink, but propose you excellent wines from small producers at an affordable price. But there's more. Inspired by an idea born in Sidney and launched on YouTube from by Metro Café St. James, untill the end of july the first glass is offered in exchange for a kiss. "We live in a city what unwilling to externalize feelings, so we thought to strong gesture: enjoy a good wine and be yourself with a kiss," says Stefano.

More

Qui ti raccontano il vino

Due calici di vino con stuzzichini, salumi e formaggi italiani

Sopresi da un acquazzone improvviso, due sere fa io e i miei amici abbiamo trovato rifugio in un locale a Milano, in Piazza Caneva. Si chiama Wineria, e ad accoglierci è Stefano, che nonostante fosse al completo, è riuscito a creare quattro posti per noi spostando con una certa abilità tavolini e sedie. Leggendo la breve carta dei vini abbiamo capito che questa non è un’enoteca come tutte le altre. Infatti, ogni tipologia è proprio raccontata, in modo semplice e preciso. Scegliamo un Prosecco di Valdobbiadene Superiore Docg Extra Dry di Agostinetto e un Ciliegiolo Maremma Toscana di Poderi Firenze. Aromatici e leggeri.


Surprised by a sudden downpour, two nights ago with my friends  we found refuge in a local to Milan, in Piazza Caneva. It's called Wineria, to meet us is come Stefano: despite being fully booked, is managed to create four places for us moving tables and chairs, with certain skill. Reading the short wine list we understand that this is not a wine bar as all others. In fact, each type is precisely narrated, easily and accurately. We Choose a Prosecco di Valdobbiadene Superiore Docg Dry Extra by Agostinetto and Ciliegiolo Maremma Tuscany of Poderi Firenze. Aromatics and light.

Wineria, un posto a Milano dove degustare vini e cibi selezionati

Stefano e il fratello ci raccontano l’idea di questo posto nato due anni fa. “Molti non vanno in enoteca per timore dei prezzi alti. Anche acquistare al supermercato non è semplice: non sai cosa comprare”. Qui non solo ti spiegano cosa bere, ma ti propongono vini eccellenti provenienti da piccoli produttori a un prezzo contenuto. Ma c’è dell’altro. Ispirandosi a un’idea nata a Sidney e lanciata su YouTube dal Caffè Metro St. James, fino alla fine di luglio il primo bicchiere è offerto in cambio di un bacio. “Viviamo in una città poco propensa a esternare i propri sentimenti, così abbiamo pensato a un gesto forte: sorseggiate un buon vino e siate voi stessi con un bacio”, spiega Stefano.


Stefano and brother tell us about the idea of this place born two years ago. "Many don't go to wine shop for fear of high prices. Also buy at the supermarket is not easy: you don't know what to buy". Here you explain not only what to drink, but propose you excellent wines from small producers at an affordable price. But there's more. Inspired by an idea born in Sidney and launched on YouTube from by Metro Café St. James, untill the end of july the first glass is offered in exchange for a kiss. "We live in a city what unwilling to externalize feelings, so we thought to strong gesture: enjoy a good wine and be yourself with a kiss," says Stefano.

More

Reality and its torments

Reality and its torments

Frida Kahlo. Beyond the myth
Mudec, Milan - Until 1 June 2018

Paintings, videos, photographs and phrases follow one another in the rooms hosting the exhibition dedicated to the Mexican artist. The exhibition path leaves the usual patterns and also the vision of the link between the works of Frida Kahlo with her personal history, with the traffic accident that causes the spine to break at 18, forcing her to bed in the company of her painting.
Get lost in his ruthless paintings, see her move safely in unpublished videos, look at the pictures that portray her (beautiful) and Diego Rivera (an immense man, painter of murals and his intermittent companion) scattered in a rather complex inter, means making a intimate and total immersion in one of the greatest artists of the twentieth century.
And better understand the technical skills of a woman proud of being Mexican, who collected her hair and wore her clothes according to the most ancient traditions of her land, which has never changed the shape of the eyebrows and has never dreamed of removing the mustache.
An independent woman, politically engaged but also fragile and out of every cliché, as she herself declared "They considered me a surrealist but it is not true. I've never painted dreams. What I pictured was my reality ".
The Woman, The Earth, Politics and Pain are the themes that mark the exhibition the result of six years of research, and made possible by the curator Diego Sileo in Mexico, and by unpublished documents found in the archive of Casa Azul (the Blue House), in the center of Coyoacàn, a suburb of Mexico city, where painter was born and lived.

More

Un giorno a pois

Seta a pois

Grandi oppure piccoli, i pois sono per me elementi di grande raffinatezza. E’ molto tempo che non indosso abiti o accessori con questa fantasia. Ma oggi mi sono arrivati tantissimi segnali che parlano chiaro: è giunto il momento di rispolverarla.

Large or small, the polka dots are for me elements of great refinement. It's a while that I do not wear clothing or accessories with this fantasy. But today I received a lot of signs that are clear: it is time to dust it off.

Sarah Paulson indossa un abito di Giorgio Armani Prive' agli Emmy Awards 2014 (credit Frazer Harrison)

Per cominciare, questa mattina appena ho aperto le email mi ha subito sedotto l’immagine di Sarah Paulson (credit foto Frazer Harrison) fotografata agli Emmy Awards 2014. Il portamento rigido, militaresco più che regale, dell’attrice statunitense, a prima vista sembrava stridere con la leggerezza dell’abito impreziosito da strati sovrapposti di tulle con micropois firmato Giorgio Armani Privé. In realtà, ho subito trovato questa dicotomia efficace e azzeccata, perché la forte personalità dell'attrice è addolcita proprio da questo motivo punteggiato; che a sua volta risulta meno sdolcinata.

To begin, as soon as I opened the email I was immediately seduced the image of Sarah Paulson (photo credit Frazer Harrison) photographed at the Emmy Awards 2014. The rigid military form more than regal of American actress, at first glance seemed to creak with the lightness of the dress, embellished with layers of tulle with little polka dots by Giorgio Armani Privé. Actually I find this effective dichotomy, because Paulson's strong personality is softened from this dotted, which in turn is less mawkish.

Corto, leggero, caldo e moderno

Ho partecipato, nel pomeriggio, alla presentazione di un nuovo marchio italiano di piumini: Goose Feel. Ho provato il giacchino bluette a piccoli pois bianchi: soffice, leggerissimo e caldo, con tasche esterne e uno spazio interno per lo smartphone. L’imbottitura è fatta con la parte più pregiata della piuma d’oca, dall’elevato potere termico, e tutte le finiture sono fatte a mano. Fino al 13 settembre c’è un temporary store in via Sant’Andrea Milano. Poi la vendita sarà solo online.

I then attended the presentation of a new Italian brand of duvet Goose Feel. I tried the cornflower blue jacket with small white polka dots: soft, light and warm, with an external pockets and one interior space for your smartphone. The padding is made with the finest part of the goose with high thermal power, and all the finishes are hand made. Until 13 September there is a temporary store in via Sant'Andrea in Milan. Then the sale will be online only.

Una sciarpa con le bolle bianche in una vetrina di Corso Como a Milano

A fine giornata, sono tornata a casa a piedi, cosa che faccio spesso per curiosare per le vie di Milano. Ed ecco che in Corso Como mi colpisce la sciarpa esposta in una vetrina: nera con maxi pois bianchi. Trovo che starebbe d’incanto con quello che indosso oggi: blusa di garza di seta arricchita da volant e pantaloni in rasatello di cotone dal taglio sportivo, su stivaletti di tela. Immagino che sia chiara una cosa: mi piacciono i contrasti che rivelano armonie sorprendenti.

I returned home on foot, which I do often through the streets of Milan. And here in Corso Como strikes me the scarf displayed in a showcase blacl with big white polka dots. I think that is enchanted with what I'm wearing today: silk gauze blouse embellished with ruffles and cotton sateen trousers sporty on canvas booties. I guess it's clear one thing: I like the contrasts that reveal surprising harmonies.

Nuova immagine pubblicitaria di Prada

Arrivata a casa, dopo cena ho sfogliato alcune riviste. Ed eccoli lì, altri pois. La foto è della campagna pubblicitaria di Prada. L’abito è nero punteggiato da piccoli e fitti cerchietti bianchi. Un vestito che trovo particolarmente grintoso e raffinato per i profili marroni dei bordi della scollatura a cascata, e quelli degli inserti che disegnano vita e fianchi.

Turned back home, after dinner I browse some magazines. And there they were are other polka dots. The photo is of the Prada advertising. The black dress is dotted with small and dense white circles. A dress that I find particularly gritty and stylish for brown edges of neckline and inserts that form waist and hips.

More

Un giorno a pois

Seta a pois

Grandi oppure piccoli, i pois sono per me elementi di grande raffinatezza. E’ molto tempo che non indosso abiti o accessori con questa fantasia. Ma oggi mi sono arrivati tantissimi segnali che parlano chiaro: è giunto il momento di rispolverarla.

Large or small, the polka dots are for me elements of great refinement. It's a while that I do not wear clothing or accessories with this fantasy. But today I received a lot of signs that are clear: it is time to dust it off.

Sarah Paulson indossa un abito di Giorgio Armani Prive' agli Emmy Awards 2014 (credit Frazer Harrison)

Per cominciare, questa mattina appena ho aperto le email mi ha subito sedotto l’immagine di Sarah Paulson (credit foto Frazer Harrison) fotografata agli Emmy Awards 2014. Il portamento rigido, militaresco più che regale, dell’attrice statunitense, a prima vista sembrava stridere con la leggerezza dell’abito impreziosito da strati sovrapposti di tulle con micropois firmato Giorgio Armani Privé. In realtà, ho subito trovato questa dicotomia efficace e azzeccata, perché la forte personalità dell'attrice è addolcita proprio da questo motivo punteggiato; che a sua volta risulta meno sdolcinata.

To begin, as soon as I opened the email I was immediately seduced the image of Sarah Paulson (photo credit Frazer Harrison) photographed at the Emmy Awards 2014. The rigid military form more than regal of American actress, at first glance seemed to creak with the lightness of the dress, embellished with layers of tulle with little polka dots by Giorgio Armani Privé. Actually I find this effective dichotomy, because Paulson's strong personality is softened from this dotted, which in turn is less mawkish.

Corto, leggero, caldo e moderno

Ho partecipato, nel pomeriggio, alla presentazione di un nuovo marchio italiano di piumini: Goose Feel. Ho provato il giacchino bluette a piccoli pois bianchi: soffice, leggerissimo e caldo, con tasche esterne e uno spazio interno per lo smartphone. L’imbottitura è fatta con la parte più pregiata della piuma d’oca, dall’elevato potere termico, e tutte le finiture sono fatte a mano. Fino al 13 settembre c’è un temporary store in via Sant’Andrea Milano. Poi la vendita sarà solo online.

I then attended the presentation of a new Italian brand of duvet Goose Feel. I tried the cornflower blue jacket with small white polka dots: soft, light and warm, with an external pockets and one interior space for your smartphone. The padding is made with the finest part of the goose with high thermal power, and all the finishes are hand made. Until 13 September there is a temporary store in via Sant'Andrea in Milan. Then the sale will be online only.

Una sciarpa con le bolle bianche in una vetrina di Corso Como a Milano

A fine giornata, sono tornata a casa a piedi, cosa che faccio spesso per curiosare per le vie di Milano. Ed ecco che in Corso Como mi colpisce la sciarpa esposta in una vetrina: nera con maxi pois bianchi. Trovo che starebbe d’incanto con quello che indosso oggi: blusa di garza di seta arricchita da volant e pantaloni in rasatello di cotone dal taglio sportivo, su stivaletti di tela. Immagino che sia chiara una cosa: mi piacciono i contrasti che rivelano armonie sorprendenti.

I returned home on foot, which I do often through the streets of Milan. And here in Corso Como strikes me the scarf displayed in a showcase blacl with big white polka dots. I think that is enchanted with what I'm wearing today: silk gauze blouse embellished with ruffles and cotton sateen trousers sporty on canvas booties. I guess it's clear one thing: I like the contrasts that reveal surprising harmonies.

Nuova immagine pubblicitaria di Prada

Arrivata a casa, dopo cena ho sfogliato alcune riviste. Ed eccoli lì, altri pois. La foto è della campagna pubblicitaria di Prada. L’abito è nero punteggiato da piccoli e fitti cerchietti bianchi. Un vestito che trovo particolarmente grintoso e raffinato per i profili marroni dei bordi della scollatura a cascata, e quelli degli inserti che disegnano vita e fianchi.

Turned back home, after dinner I browse some magazines. And there they were are other polka dots. The photo is of the Prada advertising. The black dress is dotted with small and dense white circles. A dress that I find particularly gritty and stylish for brown edges of neckline and inserts that form waist and hips.

More

Seguimi sui social

livitaly su facebook livitaly su twitter livitaly su googleplus livitaly su pinterest livitaly su instagram livitaly rss