Anti-stress treatments for your eyes

Anti-stress treatments for your eyes

If an annoying burning of the eyes continues even if it has been a long time since the end of the holidays at sea the reasons are above all environmental. "Salt-rich sea water and the wind on the beach dry up your eyes; the air travel of the outward and backward journey stress the ocular surface and, in those who already have a personal predisposition, as well as burning and dry eyes may also appear redness, and sensation of foreign body in the eye ", explains Giulio Maria Modorati, Ophthalmologist in charge of the Centro Occhio Secco of the San Raffaele Hospital of Milan and of the Uveiti Center of Milan. And they are symptoms that can persist even when many days have passed since the end of the holidays ".

In these cases, the first treatment consists of carefully cleaning the eyes, rinsing them with a physiological solution to try to restore the correct physiology of the ocular surface, which must always be well lubricated in the most natural way possible.

"When the problem does not resolve itself in 4-5 weeks, it is advisable to undergo an accurate eye examination. In fact, only the expert can establish the most suitable therapeutic approach and the most appropriate solutions ". Giulio Modorati says. "The expert will recommend a mild anti-inflammatory therapy associated with the use of artificial tears without preservatives. If the symptoms do not resolve within two weeks, however, the next cure consists of a short cycle of topical steroids (in drops) associated with the use of artificial tears".

More

Beautiful eyes with the right care

Beautiful eyes with the right care

Even if the charm of the eye is enclosed in the look, an important component of its beauty is found in that tiny space in which the iris moves: the more it is candid, saturated and luminous, completely devoid of imperfections, the more beautiful it is.

In the United States, to satisfy the desire to have "a whitest white that can not" and get rid of redness and stains, there is the "plastic conjunctiva" (it's called I-Brite), which consists of the surgical removal of the conjunctiva, the protective and lubricating mucous membrane that covers the eyeball.

To avoid reaching such extreme solutions, there are good habits and simple precautions that allow us to preserve the well-being and beauty of the eye.

With a thickness of about 33 microns, the conjunctiva is a sort of protective moisturizing coat that plays a key role: not only protects the eyeball, but also exerts an immune action that helps prevent infections. For this reason its well-being must be preserved with precise and timely attention.

"As with the skin, one of the most insidious enemies of the conjunctiva is dehydration, which causes the onset of dryness, irritation and redness. Signals not to be overlooked not only for aesthetic reasons: when they occur frequently they can degenerate into real diseases ", explains Giulio Maria Modorati, surgeon specialized in ophthalmology San Raffaele Hospital and director of the Uveiti Center in Milan. "That's why the most important thing is to make sure that the eye always has a surplus" tearing ", especially considering the environment in which we live or spend most of the day".

Those who live in cities with a high level of pollution, spend a lot of time in closed and dusty places with air conditioning (cold or hot), or often face long journeys by train or plane, must get in the habit of instilling 3-4 drops every 2-3 hours of artificial tears. "These are special eye drops containing lubricating active ingredients that allow the surface of the eye to be constantly moistened", continues Giulio Maria Modorati.
"Single-dose artificial tears with no preservatives should be preferred. In fact, a study conducted well in Mexico on 1,200 patients showed that the absence of preservatives in this type of product improves eye comfort ".

Even the eyes, like the skin, suffer cell damage when they are exposed to sunlight, which are considered real invisible enemies. For this reason, the use of sunglasses with UV-protected protective shields by law is mandatory.
"Recent studies also warn against blue light. Issued from smartphones, tablets, computers and even from television it is scientifically proven to damage the retina and accelerate the processes that lead to the onset of maculopathies. In these cases, glasses equipped with new lenses designed to effectively shield from this type of wavelength are helpful ", emphasizes the ophthalmologist.

Beware of excesses that are addictive. The whitening eye drops should not be used routinely. "They are vasoconstrictors and reduce the thickness of the veins that can form on the conjunctiva: if they are instilled frequently they not only become ineffective but, in some cases, also create dependence", concludes the expert.

More

Cold is the best dark circle's friend

Cold is the best dark circle's friend

The dark circles around the eyes make the eyes look tired and tired, and finding a remedy to eliminate them is not easy.

"The dark circles are a widespread imperfection and are caused by constitutional problems related to the peripheral microcirculation and pigment accumulations. This annoying imperfection can increase with age, with tiredness, with stress, "explains Professor Leonardo Celleno, dermatologist and president AIDECO, Italian Association of Dermatology and Cosmetology. "Often the vasodilatation (caused by the heat) worsens the situation. This is why vasoconstriction caused by the cold can have a beneficial effect that will however be limited in time. The application, in the morning and in the evening, of a specific cosmetic for the "cooled" eyebrows (ie kept in the refrigerator before use) can perform a light activity in this direction".

More

Cure antistress per gli occhi

Cure antistress per gli occhi

Se il bruciore agli occhi continua a infastidire anche se è passato molto tempo dalla fine delle vacanze al mare i motivi sono soprattutto ambientali. “L’acqua marina ricca di sale e il vento sulla spiaggia prosciugano gli occhi; il viaggio in aereo dell’andata e del ritorno stressano la superficie oculare e, in chi ha già una predisposizione personale, oltre che bruciori e secchezza oculare possono manifestarsi anche arrossamenti, e sensazione di corpo estraneo nell’occhio”, spiega Giulio Maria Modorati, oftalmologo responsabile del Centro Occhio Secco dell’Ospedale San Raffaele di Milano e del Centro Uveiti Milano. E sono sintomi che possono perdurare anche quando sono trascorsi molti giorni dalla fine delle vacanze”.

In questi casi la prima cura consiste detergere accuratamente gli occhi, risciacquandoli con una soluzione fisiologica per cercare di ripristinare la corretta fisiologia della superficie oculare, che deve essere sempre ben lubrificata nel modo più naturale possibile.

“Quando il problema non si risolve da solo nell’arco di 4-5 settimane è opportuno sottoporsi a una visita oculistica accurata. Solo l’esperto, infatti, può stabilire l’approccio terapeutico più adatto e le soluzioni più opportune”. Dice Giulio Modorati. “L’esperto consiglierà una terapia antinfiammatoria blanda associata all’uso di lacrime artificiali senza conservanti. Se i sintomi non si risolvono nel giro di due settimane, invece, la cura successiva consiste in un breve ciclo di steroidi topici (in gocce) associate all’utilizzo di lacrime artificiali”.

More

Dire addio alle zampe di gallina

Dire addio alle zampe di gallina

Le zampe di gallina sono rughe dinamiche, che si evidenziano con il movimento dei muscoli mimici, quelli che permettono i cambiamenti dell’espressione facciale. Il cosmetico capace di cancellarle non solo non esiste ma è anche difficile che possa essere messo a punto, proprio perché si evidenziano a intermittenza: se il viso è rilassato sono assenti, ma al minimo sorriso o cambio di espressione ecco che compaiono. Inoltre, non sono tutte uguali e la medicina estetica propone soluzioni differenti per attenuarle.

Contrariamente a quello che si pensa, la blefaroplastica non riesce a cancellarle: “Per renderle invisibili, il medico dovrebbe tirare eccessivamente la cute, situazione che impedirebbe ogni movimento alle palpebre. Le rughe intorno agli occhi sono dovute all’azione del muscolo orbicolare, ovvero quello che contraendosi chiude gli occhi. Questo muscolo ha una parte più periferica che non ha la funzione di chiusura delle palpebre, ma solo di abbassare la parte laterale del sopracciglio, spiega il Carlo Gasperoni, docente al Master di Chirurgia Estetica della Faccia all’Università Tor Vergata di Roma. “Queste rughe si trattano con iniezioni di tossina botulinica che agisce rilassando o fermando il muscolo, che pertanto non causa più la ruga. La parte laterale del sopracciglio, venendo a mancare il tono muscolare della parte laterale muscolo, risale un poco. Perciò si fanno queste iniezioni di tossina botulinica con il duplice scopo di eliminarle facendo rialzare la coda del sopracciglio. Quando le rughe non sono solo laterali, ma sono presenti anche sotto agli occhi, questa cura con la tossina botulinica non è possibile perché altrimenti gli occhi non si chiuderebbero più correttamente. In questi casi, se è anche presente una qualche abbondanza cutanea, il chirurgo plastico può agire con un intervento di blefaroplastica ridistribuendo la pelle”.

Per chi cerca una soluzione soft, le iniezioni di acido ialuronico naturale possono essere una soluzione efficace e minimamente invasiva per contrastare questo tipo di rughe di espressione: “Privo di sostanze chimiche additive e di collanti, è un potente rigenerante che stimola sia la produzione di collagene, che danno tono e compattezza ala cute, sia la microcircolazione, che in genere è piuttosto fragile nella zona del contorno occhi”, spiega Antonino Di Pietro, docente e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis Milano. “Con la tecnica overlap, il medico inietta piccolissime quantità di questa sostanza facendo penetrare l’ago più volte in superficie sollevando le pieghe cutanee e rilasciando l’agente attivo”.

More

Giochi di coppia sul contorno occhi

Giochi di coppia sul contorno

Per restituire idratazione e vitalità allo sguardo, Daniela Pistoia, Educational Manager di Estée Lauder, suggerisce una cura cosmetica intensiva che punta sull’abbinamento di un patch idratante con una crema energizzante e drenante.
Il giorno successivo, al risveglio, lo sguardo sarà fresco e luminoso, con la pelle del contorno perfettamente levigato e rassodato.
Ecco come utilizzare questi prodotti per ottenere questi risultati.

"Sul contorno occhi perfettamente struccato, applico il patch Instant Beauty Advanced Night Repair Concentrated Recovery Eye Patch di Estée Lauder, dopo aver imbimbito la maschera di tessuto con l’acido ialuronico contenuti nella bustina, e lo lascio agire per 10 minuti. La sensazione di freschezza e di rilassamento della pelle sono immediati", spiega Daniela Pistoia.

"Completo la cura Re-Nutriv Ultimate Diamond Transformative Energy Eye Creme, a base di tartufo black diamond energizzante utilizzando l’applicatore specifico, eseguendo un massaggio drenante con movimenti che vanno dall’interno dell’occhio verso l’esterno, fino a completo assorbimento del prodotto", conclude l'esperta.

More

Il freddo è amico delle occhiaie

Il freddo è amico delle occhiaie

Le occhiaie del contorno occhi rendono lo sguardo spento e stanco, e trovare un rimedio per eliminarle non è semplice.

“Le occhiaie sono un inestetismo molto diffuso e sono causate da problemi costituzionali legati al microcircolo periferico e ad accumuli di pigmento. Questo fastidioso inestetismo può aumentare con il progredire dell’età, con la stanchezza, con lo stress”, spiega il professor Leonardo Celleno, dermatologo e presidente AIDECO, Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia. “Proprio per la natura del problema, spesso la vasodilatazione (provocata dal caldo) peggiora la situazione. Per questo la vasocostrizione determinata dal freddo può avere un effetto benefico che sarà però comunque limitato nel tempo. L'applicazione, mattina e sera, di cosmetico specifico per le occhiaie “raffreddato” (cioè tenuto in frigorifero prima dell'uso) può svolgere una lieve attività in tal senso”.

More

Le cure per avere occhi splendidi

Le cure per avere occhi splendidi

Anche se il fascino dell’occhio è racchiuso nello sguardo, una componente importante della sua bellezza si trova in quel piccolissimo spazio nel quale si muove l’iride: più è candido, saturo e luminoso, completamente privo di imperfezioni, più è bello.

Negli Stati Uniti, per soddisfare il desiderio di avere “un bianco che più bianco non si può” e liberarsi di rossori e macchie, c’è la “congiuntivo plastica” (si chiama I-Brite), che consiste nell’asportazione chirurgica della congiuntiva, la membrana mucosa protettiva e lubrificante che riveste il bulbo oculare.

Per evitare di arrivare a soluzioni così estreme, ci sono buone abitudini e semplici accorgimenti che permettono di preservare il benessere e la bellezza dell’occhio.

Con uno spessore di circa 33 micron, la congiuntiva è una sorta di mantello protettivo idratante che svolge un ruolo chiave: non solo protegge il bulbo oculare, ma esercita anche un’azione immunitaria che aiuta a prevenire le infezioni. Per questo motivo il suo benessere va preservato con attenzioni precise e puntuali.

“Come succede per la pelle, uno dei nemici più insidiosi della congiuntiva è la disidratazione, che provoca l’insorgere di secchezza, irritazioni e rossori. Segnali da non trascurare non solo per motivi estetici: quando si verificano frequentemente possono degenerare in vere e proprie malattie”, spiega Giulio Maria Modorati, medico chirurgo specializzato in oftalmologia Ospedale San Raffaele e direttore del Centro Uveiti Milano. “Ecco perché la cosa più importante è fare in modo che l’occhio abbia sempre un surplus “lacrimazione”, soprattutto in considerazione dell’ambiente in cui si abita o si trascorre gran parte della giornata”.

Chi vive in città a elevato tasso d’inquinamento, passa molto tempo in locali chiusi e polverosi e con aria condizionata (fredda o calda), oppure affronta spesso viaggi lunghi in treno o in aereo, deve prendere l’abitudine di instillare 3-4 gocce ogni 2-3 ore di lacrime artificiali. “Si tratta di speciali colliri contenenti principi attivi lubrificanti che consentono alla superficie dell’occhio di essere costantemente umettata”, continua Giulio Maria Modorati.
“Sono da preferire le lacrime artificiali monodose e senza conservanti. Infatti, da uno studio ben condotto in Messico su 1.200 pazienti è emerso che l’assenza di conservanti in questo tipo di prodotto migliora il comfort oculare”.

Anche gli occhi, come la pelle, subiscono un danno cellulare quando sono esposti ai raggi solari, che sono da considerare dei veri e propri nemici invisibili. Per questo motivo è tassativo l’utilizzo di occhiali da sole dotati di schermi protettivi dai raggi UV a norma di legge.
“Studi recenti mettono in guardia anche dalla luce blu. Emessa da smartphone, tablet, computer e anche dalla televisione è scientificamente provato che danneggia la retina e accelera i processi che portano all’insorgenza di maculopatie. In questi casi sono d’aiuto gli occhiali dotati delle nuove lenti studiate per schermare efficacemente da questo tipo di lunghezza d’onda”, sottolinea l’oftalmologo.

Attenzione agli eccessi che creano dipendenza. I colliri ad azione sbiancante non vanno utilizzati abitualmente. “Sono vasocostrittori e riducono lo spessore delle venuzze che possono formarsi sulla congiuntiva: se vengono instillati frequentemente non solo diventano inefficaci ma, in alcuni casi, creano anche dipendenza”, conclude l’esperto.

More

Metti un cerotto sul contorno occhi

Metti un cerotto sul contorno occhi

Non stiamo parlando di quelli che servono per coprire una ferita, ma dei cerottini cosmetici specifici per il contorno occhi, i patch. Di tessuto-non-tessuto, bio cellulosa e idrogel si tratta di maschere particolarmente benefiche per la pelle delicata del contorno occhi. “Creano un’occlusione che fa dilatare i pori cutanei, permettendo l’assorbimento veloce e profondo dei principi attivi idratanti e rigeneranti contenuti nelle formule”, spiega Antonino Di Pietro, dermatologo e direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis. Formule concentrate che danno il cosiddetto risultato express: immediatamente dopo il loro utilizzo la cute del contorno appare distesa, tonica e luminosa.

Le prime a fare il loro ingresso sul mercato, e che ormai sono diventate dei classici, sono state quelle di tessuto-non-tessuto (realizzate con fibre di cotone oppure di seta), imbimbite dei principi attivi idratanti e nutrienti necessari perché la pelle si mantenga morbida ed elastica.

L’evoluzione successiva sono state le versioni di bio cellulosa. Questa sostanza è un polisaccaride, ovvero un composto organico molto diffuso in natura perché è la trama di sostegno dei tessuti vegetali. Grazie alle sue caratteristiche igroscopiche (assorbe l’umidità aumentando il proprio volume) questa fibra è usata in medicina per bendaggi idratanti che attenuano rossori e irritazioni cutanee.

Più recentemente, sul mercato delle maschere in foglio per il viso ha fatto il suo ingresso l’idrogel, un materiale leggerissimo e trasparente formato da catene polimeriche di molecole disperse in acqua, anche questo usato in ambito medico per la medicazione delle ustioni. Le sostanze che possono rientrare in queste formule sono i derivati vegetali di alghe rosse, carruba e agar agar.

L’utilizzo è semplicissimo: si dispongono accuratamente su tutta la superficie del contorno occhi e si fanno agire per 15-30 minuti, un lasso di tempo necessario per rilasciare gli ingredienti funzionali contenuti.

 

 

Nella gallery
Optim-Eyes Patch di Filorga
Cerottini di gel nero a tripla azione: contengono un principio attivo stimolante ricco di polisaccaridi e vitamine che attenua il colore delle occhiaie; peptiti tonificanti associati ad amamelide e fiordaliso che riducono le borse, e una molecola levigante che appiana le rughe.

Inci
AQUA (WATER, EAU), CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, GLYCERIN, PENTYLENE GLYCOL, ALGIN, CI 77499 (IRON OXIDES), OLEYL ALCOHOL, CALCIUM SULFATE HYDRATE, CENTAUREA CYANUS FLOWER WATER, HAMAMELIS VIRGINIANA LEAF WATER, PHENOXYETHANOL, TETRASODIUM PYROPHOSPHATE, ZANTHOXYLUM BUNGEANUM FRUIT EXTRACT, POLYGLYCERYL-4 CAPRATE, TOCOPHERYL ACETATE, SACCHAROMYCES CEREVISIAE EXTRACT, HESPERIDIN METHYL CHALCONE, ETHYLHEXYLGLYCERIN, STEARETH-20, SODIUM CITRATE, XANTHAN GUM, GLYCYRRHIZA GLABRA ROOT EXTRACT, CHLORHEXIDINE DIGLUCONATE, BENZYL ALCOHOL, POTASSIUM SORBATE, DIPEPTIDE-2, CITRIC ACID, SODIUM BENZOATE, PALMITOYL TETRAPEPTIDE-7, DEHYDROACETIC ACID, TOCOPHEROL, HYDROGENATED PALM GLYCERIDES CITRATE.

Eye Instant Stress Relieving Mask di Valmont
Patch decongestionante che leviga e rinvigorisce la pelle istantaneamente. Basta esercitare una pressione sulla custodia di attivazione per generare consentire al liquido di attivazione imbimbire i cerottini per il contorno occhi. Formula a base di caffeina, arnica e tè verde stimolano la microcircolazione e drenano le tossine per attenuare borse e occhiaie, mentre la biomatrice di alga tripla ricca di sodio, magnesio e addizionata di calcio svolge un’azione levigante sulle rughe.

Inci
ALGIN, CELLULOSE GUM, GLICERIN, CALCIUM SULFATE, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, CITRIC ACID, SORBITOL
E6A

Eyezone Care di B-Selfie
Una coppia di cerottini con micro-aghi spessi, dello spessore di un quarto di capello, composti di acido ialuronico: attraversando la cute in modo indolore si dissolvono nel giro di poche ore raggiungendo gli strati cutanei più profondi. Rughe e solchi cutanei risultano colmati e la pelle è liscia e levigata.

Inci
Acido ialuronico idrolizzato, sh-Oligopeptide-1(EGF)
Cerotto:Idrocolloide, Alcool Polivinilico (PVA)

 

More

Put a patch on the eye contour

Put a patch on the eye contour

We're not talking about what it takes to cover a wound, but about eye patches. "They create an occlusion that makes the pores dilate, allowing the fast and deep absorption of the moisturizing and regenerating active ingredients contained in the formulas", explains Antonino Di Pietro, dermatologist and director of the Vita Cutis Dermoclinic Institute. Concentrated formulas that give the so-called express result: immediately after their use the skin of the contour appears relaxed, toned and luminous.

The first to enter the market, and which have now become classics, were those of non-woven fabric (made with cotton or silk fibers), imbibite of the moisturizing and nourishing active ingredients necessary for the skin to keep soft and elastic.

Next evolution were the versions of bio cellulose. This substance is a polysaccharide, which is a very common organic compound in nature because it is the support texture of plant tissues. Thanks to its hygroscopic characteristics (it absorbs moisture by increasing its volume) this fiber is used in medicine for moisturizing bandages that mitigate redness and skin irritation.

More recently, the hydrogel, a very light and transparent material made of polymer chains of molecules dispersed in water, also used in the medical field for the dressing of burns, has entered the market of face sheet masks. The substances that can be included in these formulas are plant derivatives of red algae, carob and agar agar.

The use is very simple: they are arranged accurately on the entire surface of the eye contour and are done for 15-30 minutes, a period of time necessary to release the functional ingredients contained.

 

Gallery
Optim-Eyes Patch di Filorga
Eye Instant Stress Relieving Mask di Valmont
Eyezone Care di B-Selfie

 

More

Say goodbye to crow's feet

Say goodbye to crow's feet

The crow's feet are dynamic wrinkles, which are highlighted with the movement of mimic muscles, those that allow changes in facial expression. The cosmetic capable of erasing not only does not exist but it is also difficult to be developed, precisely because they are highlighted intermittently: if the face is relaxed they are absent, but at the slightest smile or change of expression here they appear. Moreover, they are not all the same and aesthetic medicine proposes different solutions to mitigate them.

Contrary to what we think, the blepharoplasty can not erase them: "To make them invisible, the doctor should over-stretch the skin, a situation that would prevent any movement to the eyelids. The wrinkles around the eyes are due to the action of the orbicularis, that is, the contracting one closes the eyes. This muscle has a more peripheral part that does not have the function of closing the eyelids, but only to lower the side part of the eyebrow, explains Carlo Gasperoni, professor at the Master of Aesthetic Surgery of the Face at the University Tor Vergata in Rome. "These wrinkles are treated with botulinum toxin injections that work by relaxing or stopping the muscle, which therefore no longer causes the wrinkle. The lateral part of the eyebrow, lacking the muscle tone of the lateral muscle part, goes back a little. Therefore these injections are made of botulinum toxin with the dual purpose of eliminating them by raising the tail of the eyebrow. When wrinkles are not only lateral, but are also present under the eyes, this treatment with botulinum toxin is not possible because otherwise the eyes would not close more correctly. In these cases, if there is also some skin abundance, the plastic surgeon can act with a blepharoplasty intervention by redistributing the skin".

For those looking for a soft solution, injections of natural hyaluronic acid can be an effective and minimally invasive solution to counteract this type of expression wrinkles: "Free of additive chemicals and adhesives, it is a powerful regenerant that stimulates both the production of collagen, which give tone and compactness to the skin, both the microcirculation, which is generally quite fragile in the eye contour area, "explains Antonino Di Pietro, professor and director of the Vita Cutis Milano Dermoclinico Institute. "With the overlap technique, the doctor injects very small amounts of this substance, allowing the needle to penetrate the surface several times, lifting the skin folds and releasing the active agent".

More

To postpone the visit to the ophthalmologist it’s forbidden

To postpone the visit to the ophthalmologist it’s forbidden

Even when one sees well and there are no particular problems in adulthood, a visit to the ophthalmologist must always be done. "The incidence of ocular diseases increases considerably after the age of 50, and only the careful examination of the eye doctor can verify that there are no problems", explains Giulio Maria Modorati, ophthalmologist in charge of the Centro Occhio Secco dell San Raffaele Hospital in Milan and the Uveiti Center in Milan.

"At this age, in fact, there may be eye disorders that do not give symptoms, such as glaucoma. It is a pathology that, if neglected, can damage the optic nerve, responsible for transmitting visual information from the retina to the brain, leading to the most severe cases to blindness. Its onset is linked to an accumulation of fluid present inside the eye (called aqueous humor) which increases the pressure. The specialized doctor identifies it by measuring the pressure, examining the ocular fundus and checking the field of vision ".

Moreover, during this period of life the frequency of other ocular pathologies such as age-related macular degeneration, cataract problems, intraocular disorders such as melanoma, asymptomatic lesions that can lead to decreased vision, increases. Furthermore, the increasing spread of diabetes associated with serious eye complications should be reported.

More

Seguimi sui social

livitaly su facebook livitaly su twitter livitaly su googleplus livitaly su pinterest livitaly su instagram livitaly rss