Più contemporaneo di un contemporaneo

Scritto da: Francesca Marotta
Categoria: Arte
09-02-2016

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Hayez
Gallerie d'Italia, Milano - fino al 21 febbraio 2016


Più volte Francesco Hayez ha dipinto la Maddalena penitente. Ciò che si ha in mente, di questa sua interpretazione, è la straordinaria capacità di riuscire a rappresentare con grande realismo e sensualità il nudo femminile. Ma, nella bella mostra allestita nelle Gallerie d'Italia, è esposta una ennesima versione di questo soggetto che però presenta lacune e pentimenti. Ebbene, pur dovendo riconoscere che i dipinti esposti sono di straordinaria bellezza tecnica, non posso non soffermarmi sulla contemporaneità di quest'opera, determinata paradossalmente proprio dall'incompiutezza. Si direbbe anzi che per la prima volta ho trovato Hayez strepitoso, moderno, rivoluzionario. Nel volto della peccatrice si sovrappongono i segni della confusione, del dolore, dell'aspirazione alla purificazione. Ho visto quel segno come un qualcosa di catartico e nello stesso modo Francesco, liberandosi della perfezione, diventa perfetto.

Di Feliciano Marotta

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0 / 300 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-300 caratteri
termini e condizioni.

Commenti

  • Nessun commento trovato

Seguimi sui social

livitaly su facebook livitaly su twitter livitaly su googleplus livitaly su pinterest livitaly su instagram livitaly rss