Adolfo Wildt. Il vigore di una piuma

Scritto da: Francesca Marotta
Categoria: Arte
28-12-2015

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Galleria d'Arte Moderna, Milano - fino al 14 febbraio 2016

Dal mio punto di vista, la mostra dedicata a Wildt è una delle più belle che Milano ha ultimamente offerto. Tutte le opere esposte si son fatte letteralmente divorare dall'occhio del visitatore perché già la luce e lo spazio hanno assorbito e riplasmato la materia. Il marmo, scavato levigato esasperato e sublimato in forme tragiche e spirituali nel contempo, ha assunto, di volta in volta, la trasparenza di un incarnato, la consistenza di un piano d'appoggio e la morbidezza di una chioma. Ma ciò che ha rapito la mia attenzione è la capacità di Wildt di astrarre ogni tipo di forma, portandola ad una semplificazione nervosa di gusto contemporaneo. E, a tratti, mi è parso di ritrovare le suggestioni manieristiche di alcune figure allucinate sia di Pontormo che di Bronzino o di Rosso Fiorentino. Si potrebbe dire che in Wildt il piacere di una sofisticata leziosità tecnica, a tratti patinata, elegantemente si affianca ad una potente capacità di ricreare la natura, caricandola di slancio, vitalità, delicatezza.

Di Feliciano Marotta

  1. Commenti (0)

  2. Aggiungi il tuo
Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione

Seguimi sui social

livitaly su facebook livitaly su twitter livitaly su googleplus livitaly su pinterest livitaly su instagram livitaly rss