Adolfo Wildt. Il vigore di una piuma

Scritto da: Francesca Marotta
Categoria: Arte
28-12-2015

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Galleria d'Arte Moderna, Milano - fino al 14 febbraio 2016

Dal mio punto di vista, la mostra dedicata a Wildt è una delle più belle che Milano ha ultimamente offerto. Tutte le opere esposte si son fatte letteralmente divorare dall'occhio del visitatore perché già la luce e lo spazio hanno assorbito e riplasmato la materia. Il marmo, scavato levigato esasperato e sublimato in forme tragiche e spirituali nel contempo, ha assunto, di volta in volta, la trasparenza di un incarnato, la consistenza di un piano d'appoggio e la morbidezza di una chioma. Ma ciò che ha rapito la mia attenzione è la capacità di Wildt di astrarre ogni tipo di forma, portandola ad una semplificazione nervosa di gusto contemporaneo. E, a tratti, mi è parso di ritrovare le suggestioni manieristiche di alcune figure allucinate sia di Pontormo che di Bronzino o di Rosso Fiorentino. Si potrebbe dire che in Wildt il piacere di una sofisticata leziosità tecnica, a tratti patinata, elegantemente si affianca ad una potente capacità di ricreare la natura, caricandola di slancio, vitalità, delicatezza.

Di Feliciano Marotta

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0 / 300 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-300 caratteri
termini e condizioni.

Commenti

  • Nessun commento trovato

Seguimi sui social

livitaly su facebook livitaly su twitter livitaly su googleplus livitaly su pinterest livitaly su instagram livitaly rss