La principessa dell’immaginazione

Scritto da: Francesca Marotta
Categoria: Arte
01-11-2015

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Barbie. The Icon
A cura di Massimilano Cappella
Mudec, Museo delle Culture, Milano - fino al 13 marzo 2016

Compagna di giochi, la mia modella preferita quando sognavo di fare la stilista, la mia confidente, il mio rifugio sicuro prima di addormentarmi. Anch’io da piccola avevo una Barbie. Per essere precisi, ne ho avute diverse e per un certo periodo le ho anche collezionate. A un certo punto, però, le ho regalate, ma non a malincuore: avrebbero reso felice altre bambine meno fortunate di me. Vedere la mostra dedicata a lei è stato un susseguirsi di emozioni. Articolato in 5 sezioni, il percorso espositivo è studiato per grandi e piccoli con una serie di attività interattive. E poi non annoia mai: è semplicemente favoloso vedere e scoprire come questa piccola ed esile bambola abbia rappresentato ben 50 diverse nazionalità

Nelle immagini, da sinistra a destra:
Barbie, modello Black, 1980 © Mattel Inc. - Per la prima volta nel 1980 Barbie diventa nera, Black Barbie, con un trucco raffinatissimo, occhi castani e un’acconciatura riccia
Barbie Millicent Roberts © Mattel Inc. - Teen Age Fashion Model Barbie Doll nella riedizione del 2009 per la linea Collectors
Haute Couture set designed byOscar DelaRenta,1985 © Mattel Inc. - Barbie Superstar indossa un modello di Oscar de la Renta disegnato nel 1985 per una collezione di quattro abiti haute couture pensati appositamente per Barbie, acquistabili separatamente dalla bambola

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0 / 300 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere lungo tra 10-300 caratteri
termini e condizioni.

Commenti

  • Nessun commento trovato

Seguimi sui social

livitaly su facebook livitaly su twitter livitaly su googleplus livitaly su pinterest livitaly su instagram livitaly rss